Rassegna stampa

 

I più recenti


  • 03/11/2015
    “SUL DEPOSITO CAUZIONALE AVEVAMO RAGIONE. UMBRA ACQUE RESTITUISCA IL MALTOLTO E PAGHI GLI INDENNIZZI

    acqua COMUNICATO STAMPA La storia del deposito cauzionale, che Umbra Acque, con autorizzazione e disposizione dei sindaci dell’Ati 2, fece pagare ai cc.dd. utenti morosi ovvero coloro che, secondo Umbra Acque, avevano pagato una bolletta oltre il decimo giorno dalla scadenza, data ormai ad oltre tre anni fa. I Sindaci dell’Ati 2 decisero, in maniera totalmente illegittima, che gli utenti presunti ritardatari (non vi era possibilità di prova del ritardo nel pagamento) dovessero pagare un deposito cauzionale equivalente a 100 metri d’acqua (!) a prescindere dal consumo medio. E così attività commerciali con consumo medio giornaliero di 1, 2, massimo 4 metri cubi annui, secondo i loro sindaci e secondo Umbra Acque, Leggi

  • 03/11/2015
    Dieselgate Vw. Coinvolta anche la Porsche MDC invia nuove denunce all’Antitrust e alle Procure

    volkswagen COMUNICATO STAMPA Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha inviato nuove denunce all’Antitrust e alle Procure di Torino e Verona sullo scaldalo dieselgate che continua ad allargarsi a macchia d’olio e oggi travolge anche la Porsche. Leggi

  • 03/11/2015
    "SUL DEPOSITO CAUZIONALE AVEVAMO RAGIONE. UMBRA ACQUE RESTITUISCA IL MALTOLTO E PAGHI GLI INDENNIZZI

    acqua COMUNICATO STAMPA La storia del deposito cauzionale, che Umbra Acque, con autorizzazione e disposizione dei sindaci dell’Ati 2, fece pagare ai cc.dd. utenti morosi ovvero coloro che, secondo Umbra Acque, avevano pagato una bolletta oltre il decimo giorno dalla scadenza, data ormai ad oltre tre anni fa. I Sindaci dell’Ati 2 decisero, in maniera totalmente illegittima, che gli utenti presunti ritardatari (non vi era possibilità di prova del ritardo nel pagamento) dovessero pagare un deposito cauzionale equivalente a 100 metri d’acqua (!) a prescindere dal consumo medio. E così attività commerciali con consumo medio giornaliero di 1, 2, massimo 4 metri cubi annui, secondo i loro sindaci e secondo Umbra Acque, dovevano pagare somme di oltre 150 euro (100 metri cubi) Leggi

  • 11/09/2015
    SERVIZIO IDRICO TRA MANCATI INVESTIMENTI E AUMENTI TARIFFARI

    acqua3 Tra crisi finanziaria, reti colabrodo - arriviamo a perdite di rete che superano il 50% - e aumenti tariffari, arrivano nuovi importi da pagare a Umbra Acque (http://www.umbraacque.com/mediacenter/FE/Home.aspx) per gli utenti del servizio idrico: recuperi di tariffa per gli anni 2003-2011, per oltre 5 milioni e duecento mila euro, messi in bolletta, e l’applicazione del nuovo deposito cauzionale. In base alla delibera dei Sindaci dell’ATI 2 (http://www.ati2umbria.it/index.php), composta dai seguenti comuni Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara, Castiglione del Lago, Città della Pieve, Collazzone, Corciano, Deruta, Fratta Todina, Magione, Marsciano, Massa Martana, Monte Castello di Vibio, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Perugia, Piegaro, San Venanzo, Todi, Torgiano, Tuoro sul Trasimeno, Valfabbrica, capitanati dal Sindaco di Perugia Romizi, che è presidente dell’autorità d’ambito, visto che il piano d’ambito sarebbe stato concepito con un disavanzo di tariffa da recuperars Leggi

  • 27/08/2015
    Polizze abbinate a finanziamenti, Ivass e Bankitalia: più tutele per i consumatori

    polizze-assicurative Contratti poco trasparenti, che limitano le garanzie per i clienti, e costi eccessivi e ingiustificati (spesso più del 50% del premio pagato è per le attività di distribuzione). Sono le criticità emerse dall’analisi condotta da Ivass e Bankitalia sulle polizze abbinate ai finanziamenti. Le autorità hanno inviato una nota ad intermediari e imprese assicurative con indicazioni per migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi offerti, e per abbassare i costi. Le polizze abbinate ai finanziamenti vengono proposte da banche e intermediari per tutelare il consumatore da eventi che possono limitare la sua capacità di rimborso. Come segnalato da tempo dalle Associazioni dei consumatori, nei contratti delle polizze ci sono diverse criticità e spesso banche e intermediari esercitano pressione sui clienti per collocare polizze del tutto facoltative. Leggi
Cerca:
Logo nuovo
perugia-2
LOCANDINA OK